Chiacchire di Carnevale semplici, friabili e con le bolle
In Cucina

Carnevale: è tempo di chiacchiere

Buongiorno e buon martedì grasso! Ebbene si, come dicevo qualche giorno fa su Instagram, quest’anno è stata chiacchiere di Carnevale mania. Non ne capisco il motivo, in genere non amo particolarmente i dolci che come metodo di cottura prevedono la frittura. Di certo, le chiacchiere mi ricordano molto l’infanzia!

A quanto pare questi dolcetti semplicissimi e buonissimi, anche se un po’ peccaminosi, in Italia hanno una marea di nomi differenti: chiacchiere, cenci, frappe, bugie, crostoli, ecc… Tu con quale nome li conosci? Quest’anno, poi, ho scoperto che, seppure in periodi dell’anno differenti, le chiacchiere si preparano in molti paesi in giro per il mondo. Buffo, vero?!

Ma, basta parlare, è ora di dar fuoco ai fornelli!

Chiacchire (frappe, bugie) di Carnevale

Chiacchiere di Carnevale, ingredienti e procedimento

Ingredienti

  • 250 g di farina (io ho adoperato una farina di grano tenero semi integrale)
  • 40 g di zucchero fino
  • 1 uovo intero e 1 tuorlo
  • 50 g di burro a temperatura ambiente
  • 50 g di vino bianco secco (in alternativa limoncello o grappa)
  • Scorza grattugiata di un limone non trattato
  • 1/2 l di olio per friggere (olio di arachidi)
  • zucchero a velo per decorare

Preparazione

  1. Versa la farina in una ciotola capiente, forma la fontanella e aggiungi le uova, il burro a temperatura ambiente, lo zucchero, il vino e la scorza grattugiata del limone.
  2. Impasta fino ad ottenere un panetto omogeneo e compatto. Se l’impasto risalutasse troppo asciutto aggiungi un cucchiaio o due di vino.
  3. Avvolgi il panetto con la pellicola e lascialo riposare per almeno una mezz’ora in frigo.
  4. Trascorso il tempo di riposo, stendi molto sottilmente l’impasto. Per agevolarti in questa fase puoi adoperare la macchina per la pasta fresca.
  5. Taglia l’impasto in modo da ottenere dei rettangoli stretti e lunghi, circa 8×3 cm.
  6. Pratica una fessura centrale in ogni rettangolo e, per ottenere la forma che vedi nelle foto, rigira uno dei due lembi nella fessura.
  7. Scalda l’olio in una padella dalle sponde alte, la temperatura giusta si aggira intorno ai 170°C. Se non hai un termometro immergi nell’olio uno spiedino, se intorno ad esso si formano le bollicine allora l’olio è pronto.
  8. Immergi le chiacchiere nell’olio bollente, poche per volta. Lasciale dorare da entrambi i lati.
  9. Quando pronte adagiale su di un piatto ricoperto di carta assorbente e falle raffreddare.
  10. Spolverizzale con lo zucchero a velo e mangiale tiepide.

Chiacchire di Carnevale, ricetta facile

Accorgimenti e note

  • Per avere delle chiacchiere di Carnevale friabili e piene di bolle, devi utilizzare una componente alcolica nell’impasto e tirare l’impasto molto sottilmente.
  • Per friggere ti consiglio di adoperare dell’olio di arachidi, è neutro ed ha un punto di fumo piuttosto alto. Una buona alternativa è l’olio d’oliva, ma più costoso e meno delicato.
  • Se le chiacchiere iniziano a scurirsi è probabile che l’olio abbia raggiunto una temperatura troppo alta, sarà sufficiente abbassare la fiamma.
  • In genere è consigliabile mangiarle subito o comunque nell’arco della giornata. Puoi conservarle per un paio di giorni tenendole chiuse all’interno di un contenitore ermetico.

Chiacchire di Carnevale, friabili e con le bolle

Altre ricette dolci che potrebbero piacerti

Ma ora dimmi, che ne pensi delle mie chiacchiere di Carnevale? Tu le hai preparate?

Se prendi spunto da questo post inviami le foto, sarò felice di condividerle sulle pagine social del blog, Facebook e Instagram, se lo vorrai. Se ti fa piacere condividi il post su i tuoi social, aiuti me e il mio blog a crescere!

Ti auguro una serena continuazione di giornata, a presto.

Firma Raggio di Sole in Valigia

6 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: