Pomodorini (o pomodori) confit al forno
Ricette

Pomodorini confit al forno

Buongiorno e buon venerdì! Buonissimi da mangiare da soli a mo di snack, ottimi da abbinare a dei formaggi dal sapore deciso, perfetti come contorno per secondi piatti, ma anche per un primo veloce e sfizioso, i pomodorini confit sono una delle preparazioni estive che amo di più.

La parola “confit” deriva dal termine francese confire, cioè conservare. In Francia questo metodo di cottura si utilizza da secoli, soprattutto per cucinare la carne d’oca conservata poi in barattoli. Più generalmente, quindi, questo metodo di cottura prolungata e a bassa temperatura è utilizzato per caramellare svariati ingredienti, allo scopo di eliminare l’acqua in essi contenuta per conservarli meglio e più a lungo.

Il sapore leggermente agrodolce e speziato dei pomodorini (ma anche pomodori) confit conquista tutti e con poca fatica ti permette di portare in tavola pietanze dal gusto particolare e ricercato.

Basta chiacchiere, ti lascio alla ricetta: fuoco ai fornelli! 😉


Pomodorini confit al forno

Pomodorini confit, ingredienti e procedimento

Ingredienti

  • 1 kg di pomodorini (ciliegino o datterino) maturi e sodi
  • 2-3 cucchiai di zucchero di canna
  • qualche rametto di timo fresco (in alternativa origano)
  • aglio in polvere (in alternativa un paio di spicchi di aglio fresco)
  • sale
  • olio Evo

Procedimento

  1. Lava accuratamente i pomodorini, asciugali, tagliali a metà nel senso della lunghezza e disponili su una placca da forno rivestita di carta forno con la parte del taglio rivolta verso l’alto.
  2. Spolverizza con lo zucchero, aggiungi il sale, l’aglio in polvere, il timo fresco e condisci con un filo di olio EVO ogni pomodorino.
  3. Metti in forno statico a 140°C e lascia cuocere i pomodorini confit per circa 60 minuti o fin quando l’acqua di vegetazione sarà evaporata e i pomodorini risulteranno leggermente abbrustoliti.

Ricetta dei pomodorini confit al forno

Accorgimenti e note

Scegli dei pomodorini di buona qualità, maturi e sodi. Puoi usare anche dei pomodori da passata non troppo grossi, tipo san marzano, scatolone. In questo caso elimina la parte dei semi, per ridurre la parte liquida, e aumenta i tempi di cottura.

Puoi usare subito i tuoi pomodorini confit oppure conservarli per 2-3 giorni in frigorifero, ben chiusi in un contenitore ermetico. Puoi conservarli a temperatura ambiente sott’olio, in vasetti ben lavati e sterilizzati, procedendo proprio come si fa per qualsiasi altra conserva sott’olio.

Se non hai voglia di accendere il forno, puoi anche cuocere i pomodori confit in una padella antiaderente.Tagliali a metà, elimina i semi, disponili uno accanto all’altro, condiscili come spiegato nella ricetta e poi cuocili a fuoco bassissimo finché lo zucchero non sarà caramellato. Rimarranno più succosi e meno asciutti di quelli preparati al forno, ma comunque molto profumati e buoni.


ricetta semplice dei pomodorini confit

Altre ricette estive che potrebbero piacerti


Prossimamente ti mostrerò come ho mangiato parte dei pomodorini che vedi in foto, ma per ora sono curiosa di sapere che ne pensi. A te piacciono i pomodorini confit? Conoscevi già questo genere di cottura?

Ora ti lascio, come sempre ti aspetto sulle pagine social del blog: Facebook e Instagram. Se sei in cerca di ispirazione segui le mie bacheche su Pinterest: ogni giorno aggiungo ricette e idee fai da te che scovo sul web.

Se ti fa piacere condividi il post su i tuoi social, aiuti me e il mio blog a crescere! Infine, se ti sarò di ispirazione e preparerai anche tu questa o qualsiasi altra ricetta presente sul blog, inviami le foto, sarò felice di condividerle sulle mie pagine social.

Buona continuazione di giornata, a presto.

2 commenti

    • Valentina

      Devi assolutamente, sono buonissimi! Puoi fare un pesto aggiungendo capperi e pinoli, oppure usarli nelle insalate di pasta (ma anche di riso e di cous cous) oppure puoi fare un sughetto veloce (proprio come fai con i pomodori freschi) e poi aggiungere un po’ di mollica tostata direttamente nel piatto. Ma sono super anche nei panini, piadine e sulla pizza. 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: